[ Home | Liste | F.A.Q. | Risorse | Cerca... ]


[ Data: precedente | successivo | indice ] [ Argomento: precedente | successivo | indice ]


Archivio: Aprile 2007 ml@sikurezza.org
Soggetto: Re: [ml] Re: Ezine sulla sicurezza
Mittente: Marco F. Cavaliere
Data: Fri, 20 Apr 2007 11:41:58 +0200 (CEST)
> Chi come me "si avvicina" da ormai 15 anni al mondo della sicurezza,
> sà che il vero problema non sono i contenuti, quanto la discussione
> che ne scaturisce. Non è cambiata molto la scena, da quando ci
> scambiavamo i messaggi su ECN: l'informazione c'è, se vuoi la trovi,
> ma la sensazione è sempre che "quelli bravi" non abbiamo voglia di
> spiegare. (anzi a volte la sensazione e che l'irraggiungibilità per
> molti sia parte dello status di Guru)

Scusa la domanda indiscreta ma hai mai provato a chiedere qualcosa a
qualcuno che ritieni sia "bravo"?
Penso sia l'ennesima volta che sento questi discorsi in cui si parla di
questi fantomatici guru irraggiungibili della scena italiana, tanto per
fare una citazione, rintanati nelle loro torri di avorio e questa cosa
mi fa sentire forte l'esigenza di spiegare le cose per quello che sono
una volta per tutte.

Ho pubblicato articoli sia su BFi sia su Phrack e faccio parte da tempo
di due delle realta' italiane piu' importanti dell'universo hacker
ossia Antifork Research e S0ftpj. Ciononostante parlero' a titolo
personale perche' quello che sto per esporre e' il mio punto di vista.

Per un motivo o per l'altro da un giorno all'altro, senza mai
comprenderne realmente il motivo, mi ritrovo a far parte di questa
casta di eletti che sono irraggiungibili, non hanno voglia di spiegare
e che al prossimo sanno soltanto rispondere RTFM. E in questa
situazione sono tutte le altre persone che conosco delle realta' di cui
faccio parte e non soltanto loro.

Se qualcuno ha voglia di fare domande e sfruttare l'esperienza altrui
lo faccia come si faceva nei cari vecchi tempi andati che citi ed eviti
di farsi delle gran pippe mentali. Se invece deve essere soltanto la
scusa per non ammettere che non si ha voglia di sbattersi sulle cose
coprendosi dietro un laconico "quei maledetti elitari non cagano
nessuno" allora forse e' vero, come qualcuno afferma, che questa scena
italiana ha imboccato il viale del tramonto.

Guarda, per quanto mi riguarda la questione è diametralmente opposta, onestamente in questi anni il mio approccio è diventato: cerco su google per almeno un mese, e se proprio dopo non riesco a trovare nulla, magari..., forse..., a tempo perso..., faccio qualche domanda in giro, già sapendo che l'80% delle volte mi si risponderà "RTFM" o "Google?" "man?". Forse perchè non chiedo alle persone giuste... può darsi. Forse perchè faccio domande stupide, cosa altrettanto plausibile. Forse perchè come è logico, alle volte ci si stufa di spiegare ovvietà ai niubbi. Il punto comunque non voleva essere "l'elitarismo si/ elitarismo no", quanto spostare l'attenzione sul fatto che forse quello che manca non è tanto una nuova rivista, quanto forse qualcosa che abbassi la forte resistenza che si incontra quanto si vuole entrare in certi ambienti, qualcosa trasformi un sistema di apprendimento verticale (come quello di una e-zine), in qualcosa di orizzonatale, che favorisca il dialogo, al posto dell'ascolto.

Poi questi sono i miei 2 centesimi...




[ Home | Liste | F.A.Q. | Risorse | Cerca... ]

www.sikurezza.org - Italian Security Mailing List
(c) 1999-2005